Club Cinque Archi

Associazione di Promozione Sociale

I Maestri della Sopressa Veneta

Il Club Cinque Archi sulla stampa ed in televisione

Quello che dicono di noi
le maggiori testate d'informazione

Cinque Archi di solidarietà

Gala di beneficenza domani a Peraga

Giusy Andreoli, Il Mattino di Padova di venerdì 26 settembre 2003


VIGONZA. Il Club Cinque Archi di Barbariga non smentisce la sua fama filantropica e organizza per domani nel Castello di Peraga una serata conviviale per raccogliere fondi da devolvere in beneficenza, nel segno di una solidarietà per i meno fortunati che ha sempre contraddistinto il sodalizio presieduto da Franco Tacchetto. La serata è ad invito (e chi non lo presenta, è garantito, non entra) e, dopo il cabaret del gruppo Strasse & Ossi e assaggi al buffet, compresa la famosa sopressa dei Maestri del Club, si passerà alla sottoscrizione a premi. In palio una trentina di sopresse, scarpe e borse dei maestri calzaturieri del Brenta. Il ricavato sarà devoluto a famiglie di San Vito che ospitano i bambini di Chernobyl e all’Associazione Per un Sorriso di Padova. La rappresentazione teatrale sarà replicata nel teatro comunale sabato 13 dicembre, dove verrà nuovamente proposta una sottoscrizione a scopo benefico. Il 5 Archi comprende il Club no profit con 65 soci padovani a veneziani, il Club Maestri della Sopressa composto dai 10 soci fondatori ch si sfidano e la Casa dei 5 Archi, uno stabile ristrutturato del XV secolo, che fa capo a 5 persone. Una realtà composita che nei 12 anni di vita si è affermata dando luogo a manifestazioni partecipatissime. Soprattutto l’annuale Gara della Sopressa: tutto si svolge nella Casa, dalla preparazione dell’impasto all’insaccatura alla stagionatura. Le sopresse vengono piombate per evitare sorprese. E a giudicare qual è la migliore c’è un’autorevole giuria inviata dal Circolo nazionale enogastronomico. Chi vince si prende la superba coppa in cristallo, ma paga la metà delle spese, piuttosto elevate. E’ possibile l’iscrizione, ma solo nel primo gruppo e a determinate condizioni. Su tutto vigila lo statuto.

Questo articolo è © Il Mattino di Padova

Torna all'indice della rassegna stampa