Club Cinque Archi

Associazione di Promozione Sociale

I Maestri della Sopressa Veneta

Il Club Cinque Archi sulla stampa ed in televisione

Quello che dicono di noi
le maggiori testate d'informazione

Si rinnova il mito della sopressa

Cinquecento le persone invitate, dieci i concorrenti che si contenderanno il premio

Silvano Bressanin, Il Gazzettino di giovedì 24 maggio 2007


Stra-Vigonza. Alla 16. edizione della Gara della sopressa, campionato Triveneto della specialità, che si svolgerà sabato 26 al Club Cinque Archi di Vigonza, sono state invitate ben cinquecento persone, provenienti non solo dalla Riviera del Brenta, Venezia e Padova, ma anche da altre vicine provincie, i soliti, 33 “preziosi” addetti ai lavori, compresi due cuochi prevedono un consumo di 100 kg. di porchetta 70 di pancetta 150 di polenta, e poi ancora 90 cotechini, 50 sopresse e 50 dolci. Ma veniamo all’attesissima gara. Dopo una rigorosa selezione i 10 Maestri della so- pressa che si contenderanno il titolo sono Primo Baldan, Rino Baldan, Remo Cazzaro, Giulio Fabbris, Ottorino Favero, Paolo Maso, Lino Minto, Michele Rando, Luigino Redigolo e Luigino Rocco. La giuria sarà composta dal presidente Fice (Federazione italiana circoli enogastronomici) Francesco Mazzoli e da Orlando Martin, Lucio Martini, Olivo Michielan e Sandro Piovesan. La commissione di gara vedrà impegnati Franco Tacchetto, Guido Carraro e Bruno Cavinato, rispettivamente presidente, vice e segretario dell’Associazione,”Club Cinque Archi”. 
Com’è consuetudine un premio speciale verrà offerto da “Il Gazzettino” in ricordo di Alfio Menegazzo che è stato uno dei fondatori della gara. Attraverso un altro premio saranno ricordati i Maestri della Sopressa scomparsi: Giancarlo Baldan, Renato Rando e Cesare Carossa ed un altro in ricordo del Giudice di Gara Antonio Girotto.”Questa giornata davvero speciale - dice Franco Tacchetto presidente del Club - rappresenta il clou di un’attrività durata un intero anno. Approfitto dell’occasione per sottolineare che la nostra Associazione, proseguendo una mirata tradizione delle Genti Venete, è molto attiva anche su altri fronti come quello della cultura e della solidarietà.

Questo articolo è © Il Gazzettino

Torna all'indice della rassegna stampa