Club Cinque Archi

Associazione di Promozione Sociale

I Maestri della Sopressa Veneta

La sopressa

Storia, tradizione, cultura
racchiuse in un insaccato dal gusto deciso!

La Sopressa

La Sopressa è un insaccato di carni suine a stagionatura da breve (ovvero circa 30 giorni, nel qual caso è da consumare cotta) a lunga (6-15 mesi, adatto ad essere comsumato crudo).

Le carni abitualmente utilizzate per la produzione sono i tagli più pregiati dell'animale ovvero prosciutti, coppa, spalla, pancetta, grasso di gola e lombo.

Di forma usualmente cilindrica, con diametro di 13-15 cm e lunghezza di 20-25 cm, la sopressa è legata stretta per mezzo di uno spago posto in verticale (detto imbragatura) e da una serie di anelli dello stesso spago posti in orizzontale sopra l'imbragatura (almeno tre distanziati di circa 3cm l'uno dall'altro).

Durante la stagionatura, sulla superficie esterna del budello (naturale, di vitello o bovino adulto, il budello sintetico viene utilizzato solamente in alcune produzioni industriali) compaiono delle muffe di un colorito bianco-grigiastro che sono caratteristiche del prodotto.

Il peso medio di ogni singolo pezzo è compreso tra 1 ed 1,5 chilogrammi, ma le pezzature possono arrivare fino ad 8 kg.

Al taglio si presenta con un colorito rosato tendente al rosso, una struttura compatta a grana media di consistenza da morbida a dura, con carni e lardelli distinguibili ma ben amalgamati tra loro. Alla masticazione risulta morbida.

Modalità di conservazione da + 4°C a + 9°C.

La si accompagna preferibilmente a vini rossi dal sapore robusto.